• Laura

La genesi di Emma, un nuovo supereroe



Se metti un bambino in mezzo alla natura e lo lasci libero di esprimersi, nel giro di pochi minuti inizia a interagire con essa, a giocarvi, a perlustrare, ad ascoltare; il suo sguardo si trasforma riempiendosi di luce, le sue guance si colorano, diventa tutt’uno con il contesto, diventa creativo a un livello mai visto in casa o a scuola. Ogni genitore che abbia avuto questa esperienza, e ogni adulto che si ricordi della propria infanzia, ha osservato questo livello di felicità e di istintiva consapevolezza dei bambini. La natura insegna, è un autentico interlocutore, ma soprattutto è un serbatoio di felicità, come rivela uno studio del prof. Dacher Keltner, della University of California.


Il personaggio di Emma è stato creato da Laura Dondi con Claudio Monnini (tra i fondatori del progetto Parcobello) e Myfanwy Woods-Jack (scrittrice di libri per bambini), attingendo proprio alla ricca fonte di ispirazione proveniente dalla natura, e in particolare dal mondo vegetale, così straordinariamente evoluto, antico e sofisticato.


A Parcobello realizziamo laboratori per entrare in sintonia con le piante, per studiare e conoscere il loro modo di “muoversi” nel contesto; scriviamo e condividiamo pensieri, articoli, progetti che riteniamo essere in linea con questo concetto.

Dato che pensiamo che i bambini siano i migliori testimonial del futuro, che li riguarda in prima persona, abbiamo pensato di fornire loro una lettura speciale, per aiutarli a crescere consapevoli di questa grande potenzialità.

Nascono così le avventure di una bimba come loro, normalissima ma sensibile, dotata di quei superpoteri che in realtà ha ogni bambino, bisogna solo che se ne accorgano. L’idea è che ogni bambino che legga le avventure di Emma possa sentire che essere un bambino, con i poteri di un bambino, è una dimensione eroica, magica, come il mondo verde e naturale, un mondo da guardare con occhi speciali e grande rispetto.


Emma è un’eroina à la page. L’infanzia è un mondo senza tempo, e lei è un'eroina

senza tempo al punto da essere proiettata anche nel futuro. I suoi super poteri sono doti non impossibili, ma bisogna crederci. Emma parla col mondo vegetale, osserva le piante, le guarda, le sente, confronta le sue percezioni con le spiegazioni degli adulti... e costruisce una sua visione del mondo, lezioni di vita fondamentali, valori dalle forti radici.

Le piante hanno tanto da insegnare, sono democratiche, modulari, un po’ anarchiche, poco individualiste, comunicano tra loro e riescono anche a manipolare il comportamento animale. Le piante non costringono, ma convincono; attirano o allontanano animali e altre piante, addirittura si muovono nello spazio, preferiscono l’offerta alla predazione. Esistono da almeno mezzo miliardo di anni e hanno molto da insegnare sul mondo a noi umani.

Emma sceglie di imparare dalle piante e riporta nella vita di tutti i giorni i loro insegnamenti, attivando i suoi superpoteri nelle avventure che la vita le propone.


E' pronta a risolvere i casi che la vita le pone; problemi, conflitti, indagini e curiosità. Sempre con l'aiuto del suo bagolaro di fiducia e dei suoi fidati aiutanti (umani, animali e vegetali).

Se vuoi saperne di più ogni mercoledì parleremo di lei.

Stay tuned!

noi di Parcobello e Muvi

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti