top of page
  • Laura

Alice Pomiato, Green Content Creator

Aggiornamento: 15 mar 2022

di Laura Dondi


Mi presento, sono Laura Dondi e ho 48 anni. Nata nel millennio scorso ancora fatico a digerire influencer, youtuber, tiktoker e via dicendo. Figuriamoci che sto cercando, invano per ora, degli amici di penna per i miei figli. Perchè scrivere o esprimersi in genere per me significa ancora farlo quando si ha qualcosa da dire. Eh lo so, sono attempata. Perchè avere un argomento d'altronde? Basta la bocca per parlare e una telecamera.

Per fortuna esiste una categoria di influencer che mi salva e prova anche a salvare il pianeta, con i mezzi e le conoscenze a loro disposizione. Mi riempio la bocca dicendo “sono gli influencer green”, wow!!! Gente in gamba questa, che sa qualcosa più della massa e mette le proprie conoscenze a disposizione di tutti, per educarci e generare in noi una coscienza ecologica ed etica.

Conosco da poco questa realtà e seguo su LinkedIn alcuni di loro. Ce ne sono un discreto numero e fortunatamente non mi sembra che ci sia il “famosone” di turno, piuttosto è una rete ben strutturata, fatta di collaborazione, condivisione e scambio. Che meraviglia! Proprio come fanno le piante. Stefano Mancuso dice che dovremmo imparare dal mondo vegetale a comportarci, le piante la sanno molto ma molto più lunga di noi, non hanno un centro di comando ma sono modulari, comunicano attraverso reti di scambi, si aiutano e diventano forti, quasi un unico enorme organismo vivente, più forte di ogni singolo albero. Ecco, a me i green influencer fanno venire in mente questo concetto. Si conoscono, scambiano idee, ingaggiano discussioni, condividono le reciproche uscite.

Se non ne conoscete nemmeno uno mi sento di consigliarvi Alice Pomiato, green content creator & advisor, che arriva da una formazione in comunicazione, social e marketing e che unisce le sue competenze ad una passione e forse anche alla presa di coscienza di un'urgenza mondiale.

Di se stessa dice così “La mia missione è quella di aiutare a capire, approfondire, affrontare diversi temi quotidiani e meno quotidiani”. Perchè? “Perchè la crisi climatica che stiamo affrontando è la sfida che siamo chiamati a combattere e alla quale non possiamo tirarci indietro”.

Nel suo TedX colpisce nel segno parlandoci della produzione di cibo animale con incisione, precisione e dati certi, è uno speech che non passa inosservato e fa pensare. Lei è diretta, senza troppi fronzoli, con commenti incisivi ma ben ragionati mette in luce contraddizioni, notizie, dati che trovo fondamentali per far crescere la nostra coscienza ecologica con senno. E' facile riempirsi di parole eco-etiche e farsi abbindolare da una facile comunicazione. Lei fa luce, accende alcuni fari su zone d'ombra e ci fa ragionare.

Nella sua pagina di LinkedIn tratta temi diversi, ma tutti sostenibili, ovviamente. Analizza gli atteggiamenti delle aziende, mettendoci all'erta sui rischi del troppo facile greenwashing, pratica oramai consueta e terrificante. Ci guida a fare considerazioni su un altro modo di fare agricoltura, condivide articoli interessanti e fa considerazioni sulle quali ragionare. Prende piccole e inosservate notizie per farle diventare grandi e dar loro il giusto peso.

La sua è una delle tante voci che ascolto volentieri, è un altro punto di vista, è la chiarezza che toglie il velo dalla comunicazione di massa, fallace e distorta.

Di recente ha pubblicato il suo sito www.alicepomiato.it

Io se fossi in voi la seguirei.




30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page